2019CalcioInterSerie A

Brozovic e Lukaku stendono il Milan

Con un secco 2-0 la squadra di conte si aggiudica il derby e mantengono il vantaggio sulla Juventus

L’Inter vince il derby e continua la sua marcia in testa alla classifica a punteggio pieno. La squadra di Conte ha mostrato una personalità e una mentalità da grande squadra. Ha tenuto bene il campo non concedendo nulla agli avversari, dopo la brutta prestazione in coppa Conte può sorridere.

Derby che parte con una sorpresa per parte, Giampaolo preferisce Leao al posto di Paquetá in appoggio a Piątek mentre Conte sposta d’Ambrosio sulla destra con Barella a completare il trio di centrocampo insieme a Sensi e Brozovic

L’Inter approccia bene la gara, squadra alta e aggressiva con un buon possesso palla tengono il Milan schiacciato nella sua metà campo. Proprio il pressing alto mette in difficolta i rossoneri nella fase di costruzione e al 10′, uno sciagurato retro passaggio di Rodríguez, mette in difficoltà Donnarumma che deve salvare in angolo su Lautaro.

Subito dopo è il turno di Lukaku, servito da Martinez, con un tiro in diagonale costringe Donnarumma alla respinta . E’ il Momento migliore dei nerazzurri che al 21′ meriterebbero di passare, Donnarumna si supera su Lautaro ma D’Ambrosio a porta vuota, ma da posizione defilata, colpisce il palo. Proprio nel momento migliore è il Milan a passare in vantaggio, ma Doveri annulla la rete di Çalhanoğlu per un tocco di mano precedente di Kessié.

Molta Inter in questo primo tempo, il pallino del gioco è costantemente in mano ai nerazzurri con Brozovic che spesso arretra per prendere palla e cominciare l’azione. Il Milan è chiuso nella sua metà campo, aspetta per poi colpire di rimessa, gli spazi in mezzo sono intasati e per i “contiani” l’occasione non può che arrivare da palla inattiva. Da calcio d’angolo una rovesciata di D’Ambrosio costringe Donnarumma ad un intervento prodigioso, sulla ribattuta Martinez deposita in rete ma da posizione irregolare. Doveri attende il check della var per confermare la chiamata del guardalinee.

La rete annullata sveglia il Milan che a fine prime tempo costruisce due azioni da rete: prima è Suso che dopo una galoppata di 40 metri ma al momento del tiro viene fermato da Asamosh, successivamente è Piatek, servito da un ottimo Leao, mette alto di testa.

Subito il vantaggio nerazzurro ad inizio secondo tempo, su punizione Sensi appoggia per Brozovic, il tiro del croato è deviato da Leao che spiazza Donnarumma. Dopo aver visionato la Var Doveri convalida la rete, la posizione di Lautaro Martinez è ininfluente.

Giampaolo cerca di dare la scossa, inserisce Paquetá al posto di uno spento Çalhanoğlu ed Hernández al posto di un fischiatissimo Rodríguez. Conte toglie Seni ed inserisce Vecino per dare freschezza al centrocampo. la gara scende di ritmo, i nerazzurri controllano il match senza mai concedere nulla a Piatek e compagni.

Ma proprio nel momento in cui i rossoneri cercano il pari l’Inter raddoppia. Godin lancia sulla sinistra Barella, il cross per Lukaku è preciso e il belga di testa raddoppia. Le squadre si allungano e aumentano le occasioni, Politano scambia con Lukaku e con un sinistro a giro colpisce la parte alta della traversa. Hernández dopo una discesa sulla sinistra colpisce il palo esterno, capovolgimento di fronte e Candreva di sinistro colpisce il palo interno ma la sfera esce dopo aver attraversato la porta.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close