2019CalcioInterSerie A

Cagliari-Inter statistiche e probabili formazioni della 2° giornata

L'Inter va in trasferta a Cagliari per confermare la buona prova contro il Lecce. tutte le informazioni sulla sfida

L’Inter è rimasta a secco di gol solo in una delle ultime 17 trasferte di Serie A contro il Cagliari: 32 le reti nerazzurre nel periodo.

Nerazzurri e rossoblù si sfideranno per la 79esima volta in Serie A: sono 14 le vittorie totali del Cagliari, 17 i pareggi e 37 le vittorie dell’Inter.

Uno score nettamente favorevole ad Handanovic e compagni anche in Sardegna, dove le 14 affermazioni esterne sono il doppio di quelle dei padroni di casa (ma il segno prevalente è la X, uscita 18 volte). L’ultimo incontro in assoluto, valido per la 26^ giornata di Serie A 2018/19, ha visto prevalere il Cagliari per 2-1 (autorete di Perisic, pareggio di Lautaro e gol partita di Pavoletti) dopo che l’Inter aveva sempre esultato in trasferta nelle tre stagioni precedenti.

Bisogna invece risalire al 29 settembre 2013 per trovare l’ultimo pareggio: lo stadio era ancora il Sant’Elia e alla rete di Mauro Icardi nel finale rispose immediatamente Radja Nainggolan, in quella che fu l’ultima stagione in rossoblù del centrocampista fino al ritorno di quest’estate.

Come arriva il Cagliari al match

In casa Cagliari l’emergenza è l’attacco. L’infortunio di Pavoletti si è rivelato più serio del previsto (lesione al crociato e diversi mesi di stop) e il soccorso in extremis del calciomercato ha portato in dote Giovanni Simeone. Ma il Cholito è stato ufficializzato solo in queste ore e difficilmente garantirà più di uno spezzone di gara, con Cerri e Joao Pedro favoriti per sostenere il peso del reparto. Poi Maran dovrà fare i conti con lo spiazzante ko dell’esordio contro il Brescia per 0-1: i botti dell’estate, soprattutto a centrocampo (Rog, Nandez, Nainggolan), avevano caricato non poco le aspettative dei tifosi.

Cagliari (4-3-1-2): Rafael; Pinna, Ceppitelli, Klavan, Pellegrini; Rog, Cigarini, Nandez; Nainggolan; Joao Pedro, Cerri. All. Maran

Squalificati: nessuno

Indisponibili: Cragno, Faragò, Cacciatore, Pavoletti

Come potrebbe rispondere l’Inter di Conte

Naturalmente la stagione è appena iniziata, ma fare punti contro l’Inter sarebbe una bella iniezione di fiducia per i rossoblù. Anche perché la nuova creatura di Conte, al contrario, si è dimostrata implacabile nella prima giornata. Un rotondo 4-0, contro un’altra neopromossa come il Lecce, in cui tutti i nerazzurri hanno trovato gloria: i nuovi acquisti (Sensi e Lukaku), le vecchie certezze (Brozovic) e quelle da ritrovare (Candreva). Cagliari sarà il primo esame di maturità.

Inter (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lautaro Martinez, Lukaku R. All. Conte

Squalificati: nessuno

Indisponibili: De Vrij

Il fascino del passato, Cagliari-Inter la partita degli ex

Dopo 112 presenze, Nicolò Barella è pronto a tornare in Sardegna da avversario e i riflettori del match saranno inevitabilmente puntati anche sul centrocampista classe ’97.

Come contro il Lecce, Conte sembra tuttavia indirizzato a farlo partire dalla panchina: per una squadra in salute come quella nerazzurra, le soluzioni per scardinare la difesa del Cagliari sono tante e occorre scegliere.

Su tutte, noi però diciamo Lautaro Martinez: El Toro non si è sbloccato all’esordio e con l’arrivo di Alexis Sanchez a infittire la concorrenza in attacco sa benissimo di doversi far valere per una maglia da titolare. Un gol nella sua unica partita alla Sardegna Arena non è un dato significativo, ma un buon inizio.

 

Foto: Inter.it

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close