CalcioCoppa ItaliaInter

Fabian Ruiz castiga l’Inter

Una rete di Fabian Ruiz ad inizio ripresa complica i piani di Antonio Conte

Una rete di Fabian Ruiz nella ripresa basta al Napoli per avere la meglio di un’Inter sottotono. La squadra di Gattuso ha giocato una partita accorta; ben messo in campo, il Napoli ha concesso poco alla squadra di Conte. Per l’Inter una partita giocata con il freno a mano tirato, i nerazzurri sembravano avere la testa a Roma contro la Lazio.

Antonio Conte recupera Lautaro Martinez dalla squalifica e lo schiera insieme a Romelu Lukaku al centro dell’attacco. A centrocampo spazio per Stefano Sensi, recuperato dall’infortunio, a completare il trio insieme a Marcelo Brozovic e Nicolò Barella. Ancora panchina per Christian Eriksen. Gennaro Gattuso schiera Nikola Maksimovic in coppia con Manolas, panchina per  Kalidou Koulibaly e l’ex di turno Matteo Politano.

In avvio il ritmo delle due squadre è lento, compassato con un predominio territoriale dei nerazzurri che però non portano pericoli alla porta di David Ospina. Il Napoli è ben messo in campo, corto tra i reparti e con Mertens che, dei tre d’attacco, è quello più vivace. A metà ripresa ci prova Biraghi su punizione, palla che termina a lato. Per vedere il primo tiro in porta degli azzurri bisogna attendere il 34′, Zielinski prova da fuori area ma il tiro termina fuori. Nel recupero del primo tempo la prima vera palla rete capita sul destro del numero 20 polacco, ma Padelli in uscita chiude lo specchio e respinge.

La ripresa inizia con Danilo D’Ambrosio che sostituisce Skriniar in difesa, ed è proprio il numero 33 che crossa per Lukaku che di testa impegna Ospina. Il Napoli si copre, chiude gli spazi e linee di passaggio cercando di conquistare palla per andare in contropiede. Al 13′ Fabian Ruiz scambia con Di Lorenzo e, dal limite dell’area, batte Padelli con un tiro a giro angolato.

I nerazzurri provano subito a rispondere, ma il tiro di Lautaro finisce a lato. Conte gioca la carta Eriksen al posto di Sensi, ed è proprio lo svedese a provarci da fuori aerea, palla che termina a lato. Il tecnico leccese si gioca tutte le carte, fuori Moses dentro Sanchez per un 4-2-3-1. La nuova Inter disegnata da Conte mantiene il pallino del gioco senza mai però portare pericoli alla porta partenopea. E’ sempre il danese a cercare la via del gol, ma il suo tiro viene deviato in angolo.

Gara che termina tra le proteste di D’Ambrosio per un presunto rigore per una spina ai suoi danni. Il Napoli con la vittoria ipoteca il passaggio del turno, per l’Inter una prova incolore in attesa della sfida a Roma contro la Lazio.

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close