CalcioSerie C

Frenata Monza, è 1-1 contro l’Arezzo

I toscani sfiorano l'impresa, per la squadra di Brocchi terza partita consecutiva senza vittorie

Sul manto del Brianteo finsice 1-1 il match ad alta tensione tra Monza e Arezzo, valido per la ventisettesima giornata di campionato. Succede tutto nel primo tempo: toscani avanti grazie al gol di Tassi, poi Brighenti su rigore ristabilisce la parità. Adriano Galliani presenza immancabile in tribuna, per la squadra ospite sono una cinquantina i supporter arrivati in Brianza per sostenere gli amaranto, oggi in maglia bianca.

Il Monza parte meglio dei toscani cercando di fare la partita, ma gli ospiti tengono lo spazio tra i vari reparti ridotto al minimo per impedire ai brianzoli di trovare le punte. Al 3′ primo affondo dell’Arezzo, con Belloni che dalla fascia destra converge al centro e calcia di sinistro, Lamanna blocca senza patemi. Al 10′ combinazione Machin-Morosini, il secondo va alla conclusione che finisce fuori di poco. Tre minuti più tardi, tiro da fuori di Lepore, ma è centrale ed è facile presa di Pissardo. Al 17′ è Anastasio ad impegnare il portiere ospite con un ottimo tiro da fuori, ma Pissardo si salva. Partita macchinosa, l’Arezzo si difende con la difesa a quattro in fase di non possesso, per poi ridisporsi a tre in fase di impostazione. Al 21′ arriva l’occasione più nitida del primo tempo sul destro di Armellino, la sua conclusione sfiora il palo.

L’Arezzo prende coraggio e al 26′, alla prima vera occasione, passa in vantaggio. Caso addomestica un pallone dalla sinistra, appoggia per Tassi a rimorchio, che prende la mira e di piatto mette la palla dove Lamanna non può arrivare per lo 0-1 Arezzo. I toscani ci riprovano qualche minuto più tardi con Belloni, conclusione fuori di un nulla. Il Monza sembra stordito dallo svantaggio e non riesce ad uscire dalla propria metà campo, tanti errori in fase di impostazione. Al 35′ altro rischio per il Monza, prima Baldan di testa impegna Lamanna che respinge, la palla arriva a Gioè che non riesce il tap-in. Quattro minuti dopo, l’arbitro fischia un calcio di rigore per il Monza: Brighenti crossa in mezzo e Baldan stende Finotto, non ci sono dubbi. Brighenti va dagli undici metri e non sbaglia, siglando il gol che vale il pareggio prima dell’intervallo.

La ripresa parte subito a ritmi altissimi. Ceccarelli salva sulla linea l’incursione di Finotto mandando in angolo. Sugli sviluppi del corner, contropiede clamoroso di Caso che arriva in area, serve Belloni che però viene murato al momento del tiro. Al 56′ Finotto la schiaccia e da due passi Brighenti manca il tap-in vincente. Poco dopo Pissardo deve compiere un miracolo sull’ennesimo tiro di Finotto da distanza ravvicinata. Al 63′ si fa vedere ancora l’11 biancorosso, questa volta il suo tiro finsice fuori. Un minuto dopo, ospiti pericolosi con Piu, il cui tiro finisce sopra la traversa. Poco dopo, Pissardo esce con i pugni ad allontanare un cross dalla destra, togliendo di fatto a Finotto la possibilità del raddoppio.

Al 65′ parte il carosello delle sostituzioni: Di Donato fa entrare Gori e Luciani, mentre Brocchi ne cambia addirittura tre inserendo Mota Carvalho, Rauti e Iocolano. Al 73′ schema amaranto, con Gori che prova a schiacciarla, ma Lamanna alla fine blocca la sfera. L’Arezzo si difende, accorcia e raddoppia ovunque, ma il Monza ci sta provando con le unghie. Al 75′ volée di Iocolano, ma la palla si abbassa troppo tardi e finisce alta sopra la traversa. Cinque minuti dopo ci prova Chiricò, ma trova una risposta magnifica di Pissardo. All’88, Fossati lancia Lepore che prova la conclusione, ma la sfera termina di poco fuori. Nel finale, il Monza trova la rete del vantaggio in pieno recupero con Dany Mota Carvalho, ma il guardalinee ravvisa un fuorigioco.

Cala il sipario sul palcoscenico del Brianteo: il big match tra Monza e Arezzo finisce 1-1 grazie al gol di Tassi e al pareggio di Brighenti nella prima frazione. Classifica che ora vede il Monza a quota 61 grazie al secondo pareggio nelle ultime tre partite. L’Arezzo invece grazie al sesto risultato utile di fila si ritrova a quota 37, momentaneamente in coabitazione con l’Alessandria.

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close