2019CalcioInterSerie A

Lukaku e Lautaro trascinano l’Inter

Un Inter cinica vince a Brescia e mette pressione alla Juventus

Con la coppia Lautaro Lukaku l’Inter espugna il “Rigamonti” e ritorna prima in classifica. Antonio Conte può essere soddisfatto della reazione della sua squadra che è apparsa in deficit di energie. il tecnico leccese non vuole correre rischi. Il pareggio contro il Parma di tre giorni fa, costringe il mister nerazzurro a chiedere
gli straordinari alla sua squadra.

L’Inter approccia bene la gara, a differenza di quanto fatto contro gli emiliani; Handanovic e compagni appaiono volenterosi anche se lamanovra non ha la stessa fluidità vista nelle precedenti gare. Il Brescia non demerita: tiene bene il campo, chiude gli spazi limitando i rifornimenti a Lukaku e Martinez.

I nerazzurri cercano il vantaggio ma le occasioni arrivano solo da calcio d’angolo senza quasi mai impegnare il portiere bresciano. Con le rondinelle messe bene in campo, a protezione della propria porta con l’obbiettivo di non concedere spazi ai nerazzurri,  la rete può arrivare soltanto dalla giocata del singolo.

A metà primo tempo, Lautaro conquista il pallone, punta la difesa avversaria e dal limite calcia verso la porta di Alfonso, palla che viene deviata da Cistana, che sorprende il proprio portiere. Subito dopo ci prova Lukaku di testa, palla che finisce fuori di poco. Vantaggio meritato con oltre il 70% di possesso palla; l’unica pecca é di non riuscire a creare maggiori pericoli alla porta del numero 22. La partita si infiamma dopo l’ammonizione di Candreva con Fabbri che in 2 minuti è costretto ad ammonire Gagliardini, Costanza e Mateju.

La seconda frazione si apre subito con il Brescia pericoloso, con Handanovic che per ben due volte deve salvare prima su Balotelli, deviando in angolo un tiro da fuori, e subito dopo un rasoterra di Donnarumma. Come contro il Sassuolo, i contiani soffrono la reazione dei padroni di casa, decisi, determinati con più benzina nelle gambe. Nel momento migliore degli uomini di Corini, che però riescono solo a conquistare calci d’angolo, ci pensa Lukaku con una giocata da campione ad inventarsi il raddoppio con un sinistro a giro dal limite dell’area.

Il doppio vantaggio rassicura i nerazzurri che però devono ancora ringraziare Handa che su angolo salva, con la classe di un giocoliere, un colpo di testa di Balotelli. Ma è il preludio alla rete bresciana: Bisoli, in percussione dalla destra, spara sul numero uno nerazzurro e sul rimpallo Skriniar devia in rete. L’Inter soffre la dinamicità e la fisicità delle rondinelle che prendono il sopravvento a centrocampo. Corini inserisce Matri per cercare il pareggio, Conte inserisce Esposito per un affaticato Lukaku. Brozovic, Gagliardini e Barella finiscono in riserva e fino al termine il Brescia cerca, invano, il pareggio.

L’Inter conquista tre punti importanti, per 24 ore ritorna prima in classifica mettendo pressione alla Juventus. Conte può essere soddisfatto ma il calo fisico dei suoi può diventare un problema.

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close