2019CalcioInterSerie A

Lukaku trascina l’Inter

Due reti del belga, una di Borja Valero e Ranocchia schiantano un Cagliari in crisi. per i sardi la rete di Oliva

Bastano 25 minuti all’Inter per avere la meglio di un Cagliari troppo rinunciatario, incolore nella serata di coppa Italia. Gli undici di Antonio Conte mostrano una buona condizione fisica, un atteggiamento spigliato che le consente di far suo il passaggio del turno senza rischiare nulla.

Al Meazza l’Inter ospita il Cagliari per il turno di coppa Italia. Molti cambi effettuati dai due allenatori che danno spazio ai giocatori che fin qui hanno giocato poco. Conte rinuncia a De Vrij, Martinez, Sensi, Biraghi e Candreva schierando Ranocchia, Lazaro, Valero Dimarco e Sanchez a far coppia con Lukaku. Anche Rolando Maran, privo di Ceppitelli, Mattiello, Pavoletti, Cacciatore e Ragatzu, lascia in panchina Rog, Joao Pedro, Pellegrini e Simeone affidandosi all’ex Nainggolan e la vivacità di Cerri.

Parte subito forte l’Inter che dopo 27 secondi sfrutta un errato disimpegno di Chistian Oliva e con un sinistro rasoterra batte Patrick Olsen. Il vantaggio indirizza subito la partita in favore dei nerazzurri che dopo 10’ minuti trovano la rete del raddoppio: su cross dalla destra il numero 9 nerazzurro, questa volta di testa, trafigge Olsen per la seconda volta, ma dopo un consulto con la VAR, l’arbitro Chiffi annulla per fuorigioco. I contiani sono padroni del campo, mantengono il possesso palla anche grazie alla mancanza di pressing da parte dei sardi.

Si gioca ad una porta sola, i sardi, che arrivano da quattro sconfitte consecutive, sono la brutta copia della squadra apprezzata ad inizio campionato, confermano la poca brillantezza di questo periodo e, con  un atteggiamento remissivo, rinunciatario  permette a Samir Handanovic di finire il primo tempo senza aver effettuato una parata. I nerazzurri ne approfittano e al 23’ Nicolò Barella crossa per Borja Valero, lo spagnolo tutto solo deposita in rete dopo che al primo tentativo aveva colpito la traversa.

Subito ad inizio ripresa il centravanti belga, su assist di Barella, anticipa il connazionale e di testa segna la sua doppietta personale. Sono proprio per Nainggolan i cori di appezzamento che la curva nord riserva all’ex nerazzurro. Ed è proprio il Ninja, che nella fredda serata di Milano, fa venire i brividi ad handanovic con un destro da fuori aria che colpisce il palo esterno. Il vantaggio permette a Marcelo Brozovic e compagni di abbassare il ritmo e il Cagliari ne approfitta per alzare il baricentro e creare qualche pericolo alla porta nerazzurra.

Al primo tiro in porta il Cagliari accorcia le distanze: Alberto Cerri difende un pallone in aria interista e serve Oliva che con un tocco piazza il pallone alle spalle del capitano nerazzurro. Nel finale di gara c’è spazio per la quarta rete segnata da Andrea Ranocchia, bravo a girare di testa un cross di Biraghi da calcio d’angolo.

L’Inter passa il turno senza problemi, per Conte ci sono buone risposte da parte del rientrante Sanchez. Buona la prova di Ranocchia che si fa trovare pronto ogni volta che viene chiamato in causa.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close