CalcioMilanSerie A

Milan-Torino, vincere per scacciare i fantasmi

Nel posticipo di domani sera al Meazza entrambe le compagini andranno a caccia dei tre punti

Sarà Milan-Torino il posticipo che chiuderà la ventiquattresima giornata di campionato. Dopo l’Inter e la Juve in Coppa Italia, il Milan troverà di fronte il Toro di Moreno Longo, in cerca di punti dopo cinque sconfitte consecutive, compresa quella rimediata in coppa contro i rossoneri. La squadra di Pioli dopo la bella prestazione contro la Juve devi ripetersi per non perdere il treno per l’Europa.

I padroni di casa, dovrebbero ritornare al 4-4-2, ormai diventato classico, con l’ormai rodata coppia d’attacco Rebic-Ibrahimovic. Sulla fascia destra ancora spazio a Calbria al posto dello squalificato Conti. In difesa ballottaggio Kjaer-Musacchio, col danese leggermente in vantaggio.

Sulla sponda granata invece, possibile un ritorno al 3-5-2, con Bremer al posto dello squalificato Izzo e Baselli di nuvo titolare a centrocampo. In attacco sarà Berenguer la spalla di Belotti, a secco dal 5 gennaio, data della vittoriosa trasferta di Roma.

Milan-Torino è una partita difficile da decifrare. Da una parte c’è una squadra che vuole finalmente coronare con i risultati gli sviluppi sul piano del gioco, dall’altra c’è nè una che vuole ripartire da zero e resettando un periodo disastroso, culminato col burrascoso divorzio con Walter Mazzarri. Contro Inter e Juve i rossoneri sono stati in grado di imbastire delle buone trame di gioco, senza subire troppo e riuscendo ad arrivare al tiro da buone posizioni.

Moreno Longo deve restituire ai suoi ragazzi fiduccìia e compattezza in campo per risollevare le sorti di una stagione che era iniziata bene, ma che sta procedendo malissimo, con soli cinque punti sulla zona retrocessione e una delle peggior difese del campionato.

I pronostici vedono il Milan favorito, vedremo cosa dirà San Siro.

Tags

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close