2019CalcioMilanSerie A

Piatek salva un Milan deludente

Il Milan espugna Verona, ma quanta fatica

Desta subito impressione il calore del Bentegodi. Sia il pubblico rossonero che quello gialloblu sono carichi e pronti a sonori sfottò. Al quarto minuto Piatek calcia da fuori area, ma il suo tiro viene deviato in corner. Il Milan, dopo i primi minuti di assestamento sembra aver trovato già le contromosse alla squadra allenata da Juric. All’ottavo minuto l’Hellas Verona diventa pericoloso, ma sul suo cammino trova un pronto e reattivo Donnarumma. Inspiegabilmente i rossoneri di Giampaolo iniziano ad essere approssimativi nei passaggi sino a quando al quindicesimo minuto Paquetà non infiamma il pubblico rossonero con una splendida giocata.

Al ventesimo minuto Stepinski appoggia i tacchetti delle sue scarpe sul viso di Musacchio e giustamente l’attaccante polacco del Verona viene espulso. È curioso, che per arrivare al cartellino rosso, l’arbitro Manganiello abbia avuto bisogno dell’utilizzo del VAR.

E’ il Verona, che nonostante l’inferiorità numerica, si rende pericoloso in contropiede con Verre al minuto ventotto. La marcatura di Musacchio è approssimativa nell’occasione. Le emozioni di questo primo tempo sono veramente poco, si è giocato poco a calcio e molto a lotta libera. Calci e spinte ne hanno fatto da padrone. Le giocate degne di nota sono merce rara in quel di Verona.

Il secondo tempo inizia con la sostituzione di Paquetà per Rebic e con il Verona che si rende sin dalla prime battute pericoloso. Il possesso palla rossonero continua ad essere sterile e soprattutto si vedono solamente palloni giocati in orizzontale. Con questi ritmi non si può sperare in una squadra che possa, anche se minimante, pensare ai primi quattro posti.

Al minuto cinquantasette Calabria colpisce un palo con una conclusione dalla distanza, due minuti dopo risponde l’Hellas con Verre colpendo un clamoroso palo calciando dall’interno dell’area di rigore. Bella triangolazione al minuto sessantaquattro fra Calhanoglu e Biglia che provoca un calcio di rigore. Sul discetto si presenta il “pistolero” Piatek che con freddezza trasforma e realizza il suo primo gol stagionale. Al minuto ottantaquattro Piatek trova il gol del raddoppio, ma l’arbitro lo annulla per carica sul portiere.

Al minuto novantaquattro intervento scoordinato di Davide Calabria al limite dell’area di rigore e conseguente cartellino rosso. Il terzino rossonero “impreziosisce” la sua prestazione collezionando la prima espulsione stagionale.

Sostanzialmente questo Verona – Milan ha offerto uno spettacolo agonistico e non di certo stilistico. Giampaolo ha portato a casa 3 punti importanti in vista del derby e francamente, il tecnico ex Sampdoria, pare avere le idee ancora confuse.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close