CalcioJuventusSerie A

Ronaldo da record, la Juve supera la Fiorentina

I bianconeri tornano al successo dopo la sconfitta di Napoli

La Juventus torna al successo, dopo la battuta d’arresto di Napoli, superando una coriacea Fiorentina al termine di una partita tutt’altro che semplice nonostante il 3-0 finale.

I viola si presentano allo Stadium con Lirola e Dalbert avanzati e uno schieramento molto corto per poter essere immediatamente incisivi in fase di pressing. La Juventus, con Dybala in panchina, ripropone il tridente di inizio stagione con Douglas Costa schierato nuovamente titolare dopo esattamente un girone.

La Fiorentina si fa preferire nel primo tempo visti i pochissimi rischi corsi e alcune buone opportunità create come il colpo di tacco, sottomisura, di Chiesa sventato miracolosamente da Szczesny e un altro tiro da fuori, sul calcio d’angolo susseguente, di Lirola respinto con qualche patema dall’estremo difensore bianconero.

Il possesso di palla sterile (71% nel primo tempo) dei padroni di casa produce pochissime occasioni da gol prima della svolta al 38′. Un tiro da fuori di Pjanic viene deviato con la mano da Pezzella. Pasqua, dopo consultazione del VAR, assegna il rigore che viene trasformato con freddezza da Ronaldo. Il portoghese entra nel tabellino dei marcatori per la nona gara consecutiva eguagliando il record bianconero di Trezeguet.

RONALDO BISSA NUOVAMENTE DAL DISCHETTO

Dopo venti minuti di noia una occasione per parte nel giro di sessanta secondi: tiro da fuori di Benassi che esce di pochissimo, risposta bianconera con Higuain ad esaltare i riflessi di Dragowski dopo assist di Douglas Costa.

Iachini inserisci Vlahovic per Ghezzal con il chiaro intento di alzare il baricentro della squadra mentre Sarri sostituisce un comunque positivo Higuain con Dybala. Il raddoppio arriva all’80’ con un altro tiro dal dischetto realizzato da CR7. Il penalty era stato assegnato per fallo di Ceccherini su Bentancur.

I sei minuti di recupero permettono alla Juve di arrotondare ancora il bottino grazie a De Ligt che insacca di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo calciato da Dybala.

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close