JuventusSerie A

Ronaldo non basta, la Juve cade anche a Verona

Seconda sconfitta consecutiva in trasferta per i bianconeri

La Juventus colleziona la seconda sconfitta consecutiva in trasferta, la terza nelle ultime cinque partite lontano da Torino al cospetto di un Verona sempre più sorprendente. Gli scaligeri non hanno rubato nulla meritando la vittoria arrivata in rimonta per 2-1.

La prima mezz’ora mostra la faccia più bella degli uomini di Juric, sempre intensi, aggressivi, più volte pericolosi e con un gol di Kumbulla annullato per fuorigioco millimetrico dal VAR. L’unico rischio corso, in questa fase di gara, è per un bolide di Douglas Costa che finisce sulla traversa.

Legno colpito anche da Ronaldo, nel finale di tempo in uno dei pochi momenti in cui i campioni d’Italia sono riusciti a prendere il predominio del campo. Quello dell’asso portoghese è il quindicesimo palo colpito da una squadra contro il Verona, segno che la fortuna continua ad aiutare gli audaci.

Le due squadre vanno al riposo sul punteggio di 0-0, un risultato che nonostante le due grandi occasioni per la Juve sembra stare più stretto ai padroni di casa.

LA RIMONTA DEL VERONA

La prima mossa importante avviene al 59′ con l’uscita del campo di uno spento e nervoso Higuain per lasciare spazio a Dybala. L’argentino entra bene in partita e dopo cinque minuti offre il pallone a Ronaldo che si invola in contropiede e con un preciso radente a fil di palo porta in vantaggio la Juventus al 65′.

Il portoghese segna per la decima partita consecutiva e sembra indirizzare la gara verso la proprio squadra ma la Juve di Sarri non è quella cinica di Allegri e anche la notte del Bentegodi da un’altra conferma.

Juric inserisce Pazzini qualche minuto dopo il vantaggio bianconero e la mossa si rivela azzeccata. Un duplice errore di Bentancur e Pjanic consente a Borini di pareggiare al 76′ e dieci minuti dopo, per un rigore giustamente accordato dopo l’utilizzo del VAR, Pazzini porta in vantaggio i suoi facendo impazzire letteralmente lo stadio.

I bianconeri non hanno la forza di reagire e cadono ancora, curiosamente per mano di due ex giocatori del Milan, la squadra che sarà avversaria in Coppa Italia in settimana.

Segnali allarmanti in un periodo decisamente difficile.

FOTO COPERTINA: juventus.com

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close