Champions LeagueJuventus

Sarri: “Il Lione è una squadra pericolosa, servirà una gara di livello”

I bianconeri tornano in campo in Champions League

La Juventus si rituffa in Champions League per affrontare l’andata degli ottavi di finale contro il Lione nella gara che si disputerà domani sera in Francia.

I bianconeri hanno già giocato due volte, negli ultimi sei anni, al Parc Olympique Lyonnais imponendosi, in entrambe le circostanze, con il punteggio di 1-0.

La prima gara, giocata nel 2014, fu decisa da Leonardo Bonucci ed è proprio il difensore, ex Milan, insieme al tecnico Maurizio Sarri a presentarsi nella consueta conferenza stampa della vigilia.

“Sono molto positivo, ci stiamo allenando molto bene in questi giorni e tutto questo mi fa ben sperare. Arriviamo carichi all’appuntamento desiderosi di disputare una grande partita”.

Non sono mancate domande sui compagni di reparto: “il ritorno di Chiellini è una grande notizia per tutto il mondo Juve, lui è un simbolo e un grande leader. Con De Ligt stiamo migliorando molto la comunicazione ed è per me motivo di orgoglio essere di aiuto per i più giovani”.

SARRI: “IN ITALIA ABBIAMO L’OBBLIGO DI VINCERE, QUI SIAMO TRA LE DIECI MIGLIORI”

Il mister ha immediatamente voluto sottolineare il concetto di come i suoi ragazzi non debbano essere da considerarsi i favoriti della competizione evidenziando i rischi della partita di domani: “il Lione è una squadra tecnica, ha fisicità importante. Senza una prestazione di grande livello difficile fare risultato su questo campo”.

Nella Juventus giocano i francesi Matuidi e Rabiot e proprio su quest’ultimo si è soffermato Sarri: “il calcio italiano non è semplice. Rabiot è in grande crescita. Il suo percorso di miglioramento è ben avviato così come la consapevolezza che possa avere sempre qualcosa in più da tirare fuori”.

I due giocatori affollano la mediana bianconera: “il nostro centrocampo è variegato. Sicuramente uno dei tre che sarà in campo dovrà fornire dinamismo”.

Fuori ma vicine al rientro due pedine di livello: “è importantissimo che Khedira e Douglas Costa siano rientrati in gruppo. Siamo nella fase decisiva e sarà fondamentale poter contare anche su di loro”:

Calcio d’inizio alle 21 di domani, la Juve riparte alla conquista della Coppa che dal 1996 sfugge ed è ormai diventata quasi una ossessione per il popolo bianconero.

FOTO COPERTINA: twitter juventusFC

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close