CalcioCoppa ItaliaMilan

Un Milan convincente si sbarazza della Spal

La squadra di Stefano Pioli si impone con un secco 3-0. A segno Piatek, Castillejo e Theo Hernandez

Missione compiuta: il Milan si sbarazza della SPAL con un secco 3-0 e si proietta ai quarti di finale contro il Torino di Walter Mazzarri. La banda di Stefano Pioli conferma i progressi visti nella scorsa partita giocata a Cagliari; il cambio modulo sembra più congeniale alle caratteristiche tecniche dei giocatori rossoneri. Il tecnico di Parma tiene a riposo Ibrahimovic e Leao e, al loro posto, inserisce Rebic e Piatek. Leonardo Semplici schiera la squadra tipo con l’unica eccezione di Tunjov in attacco.

Partono subito forte i rossoneri che impongono il loro gioco schiacciando la Spal nella propria metà campo. La prima vera occasione capita sul destro di Castillejo che, solo davanti a Berisha, tentenna e spreca l’occasione. Ma la propensione offensiva dà i suoi frutti al 20′: Bennacer lancia nello spazio il numero 9 rossonero che davanti a Berisha, con freddezza, lo batte con un destro angolato.

Primo tempo piacevole con la squadra di Pioli che cerca il raddoppio e la SPAL che prova ad impensierire la porta di Antonio Donnarumma, chiamato a sostituire il fratello infortunato. Gli undici di Semplici, dopo un avvio compassato, cercano di rientrare in partita, ma le uniche occasioni  le costruisce con tiri da fuori aria che terminano lontano dalla porta del numero 90 rossonero.

Da sottolineare la prova dell’attaccante polacco che, oltre alla rete, in fase di non possesso effettua un pressing costante sul portatore di palla avversario, si muove su tutto il fronte d’attacco facendosi trovare smarcato per dare un sostengo allo sviluppo dell’azione. Ed è propio il centravanti il protagonista del raddoppio: un assist per Castillejo che, dalla posizione preferita da Suso, inventa un tiro a giro che finisce sotto all’incrocio alla destra di Berisha.

Avvio di ripresa che vede subito il Milan vicino al tris. Rebic è bravo a liberarsi di un avversario e a servire Piatek che, dal dischetto del rigore, tira centralmente favorendo l’intervento di Berisha. Ancora l’asse Rebic-Piatek con il croato che di tacco serve Piatek; pensando di essere in fuorigioco, perde peró l’occasione e si fa rimpallare il tiro.

Il Milan tiene bene il campo, non concedendo nulla agli avversari. È ancora Rebic che di sinistro impegna Berisha alla respinta. Al 64′ Pioli dá spazio a Suso il quale, al suo ingresso sul campo, viene accompagnato dai fischi da parte di tutto lo stadio. Il Milan gioca, si diverte al cospetto di una SPAL inesistente. Ad infiammare il pubblico ci pensa un missile di Theo Hernandez dal limite dell’aria che non lascia scampo al portiere albanese.

Il Milan abbassa il ritmo e la SPAL va vicino alla rete, ma Donnarruma si fa trovare pronto. Allo scadere, l’arbitro Ghersini assegna un rigore ai ferraresi per un fallo di mano di Paquetà; solo dopo essere stato richiamato dalla VAR, torna sulla sua decisione.

Il Milan vince, convince e si diverte. Anche senza Ibra, in campo le punte rossonere interrompono il digiuno che durava dalla partita di campionato proprio contro la squadra di Semplici.

Tags

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close