Addio Mondiale, la notizia sconvolge il mondo del calcio

Il Mondiale imminente in Qatar gli dice addio con una notizia sconvolgente che lascia il mondo del calcio senza parole. Andiamo a scoprire di cosa si parla.

Di certo non ci aspettavamo questo fulmine a ciel sereno che ha sconvolto il mondo del calcio internazionale. Una notizia che non avremmo mai voluto apprendere in questo modo.

Mondiale
Mondiale (Ansa)

Continua la lunga catena di infortuni che stanno costringendo le nazionali più prestigiose a perdere giorno dopo giorno calciatori di assoluto valore. Pogba, Dybala, Sanè, Kanté, Wijnaldum e molti altri ancora non saranno protagonisti della competizione più importante del calcio moderno per problemi fisici difficili da accettare. Questo potrà portare a delle complicazioni nelle varie nazionali e al dispiacere del pubblico di perdere protagonisti importanti.

A questa lista si aggiunge improvvisamente Timo Werner tedesco attaccante del Lipsia. Il calciatore si è fatto male durante la gara tra i suoi e lo Shakhtar Donetsk disputata in uno stadio neutro in Polonia a Varsavia. Si era capito fin da subito che si trattasse di un problema fisico importante, poi gli esami strumentali purtroppo hanno confermato tutto. Il calciatore ha riportato la rottura del legamento sindesmotico della caviglia e questo lo costringerà a rimanere fuori ancora a lungo sicuramente dei mesi.

Timo Werner, un talento che divide

Timo Werner è un calciatore che lungo la sua carriera ha sempre diviso l’opinione pubblica tra chi lo considerava un vero potenziale fenomeno e chi invece lo considerava un giocatore sopravvalutato. La sua carriera ha ricordato un po’ quella di Lukas Podolski anche lui sempre a metà tra essere considerato un fenomeno e il totale opposto di questo. In Nazionale ha vinto una Confederations Cup nel 2017 in Russia e ha segnato 24 reti in 55 presenze.

Timo Werner
Timo Werner (Ansa)

Werner è nato a Stoccarda il 6 marzo del 1996. Cresciuto nelle giovanili della squadra del suo paese riesce a conquistarsi una maglia importante e a trovare continuità. Nel 2016 vola verso il Lipsia dove rimane quattro anni segnando 78 reti in 127 partite. Questo gli crea la grande chance di giocare col Chelsea dove però delude segnando appena 10 gol in 56 gare. In estate è tornato al Lipsia segnando 4 reti in 8 gare. Del suo club è il miglior marcatore di sempre. 

Attaccante atipico è dotato di grande rapidità nonostante un fisico importante e ha anche grande tecnica. Di sicuro non è un goleador, ma è uno di quei calciatori che piacciono molto agli allenatori e forse un po’ meno ai tifosi.