Formula 1, prima pole storica per Magnussen | Il suo entusiasmo

La Formula 1 sorride a Kevin Magnussen che raggiunge la sua prima pole storica al Gran Premio numero 100 in Hass e al 140esimo in Formula 1. Per lui c’è grandissima emozione e soddisfazione.

Arriva una sorpresa in pole come capita spesso e lascia tutti senza parole. Prima di oggi era davvero difficile poter anche solo immaginare una situazione del genere. Fatto sta che ora la gara ci dirà ancora altro di interessante.

Kevin Magnussen
Kevin Magnussen (Ansa)

Il pilota danese classe 1992 ha specificato come riportato da SportMediaset:Non so cosa dire, il team mi ha mandato in pista nel momento giusto e abbiamo fatto anche questo giro in pole. Devo dire grazie a tutti per l’opportunità di essere tornato dopo lo stop per un anno. Sono davvero felice. Sono uno degli eroi, oggi sono anche i ragazzi gli eroi però perché mi hanno subito messo in pista. Devo tutto a loro, hanno fatto un lavoro fantastico. Il team mi ha mandato subito in scena e mi ha dato le informazioni di cui avevo bisogno”. 

Sicuramente ora il suo team non ha niente da perdere e nello sprint di oggi: “Cercheremo di attaccare e divertirci. Sarà dura vincere, ma siamo nella posizione migliore perché ci godremo la pole position e proveremo a fare punti subito”. Vedremo cosa accadrà nella gara, con la pista che regalerà delle ottime soluzioni.

Magnussen felice per la pole in Formula 1

Sicuramente Kevin Magnussen ha dimostrato di aver fatto dei risultati straordinari, in grado di regalargli la pole position in Formula 1 e dunque una gara dove partire praticamente davanti a tutti. Ha parlato anche il team principal di Hass, Gunther Steiner, che ha specificato: “Siamo contenti. La squadra ha fatto un grandissimo lavoro e sempre nel momento giusto. Volevamo essere i primi. Kev ha messo giù il piede e ha fatto il suo tempo. Siamo davvero felicissimi. È una cosa che nessuno si sarebbe mai aspettato. Abbiamo lavorato tanto per far diventare realtà questa favola”.

Kevin Magnussen
Kevin Magnussen (Ansa)

Aggiunge: “Ci vuole fortuna, ma quando c’è devi anche essere in grado di coglierla. Nel futuro proveremo a lottare e cercheremo di fare dei miglioramenti alla macchina per cercare di andare più veloci e avere maggiori momenti così“. Sarà interessante vedere cosa dirà il pilota in pista, con la forza di raggiungere dei risultati straordinari che riusciranno a imporre ancora una volta il nome di questa scuderia finora in grande evidenza e con voglia di raggiungere dei risultati.

Impostazioni privacy